Chief Innovation Officer
Dal Libro bianco

Governo dell’innovazione nell’industria della moda: il caso Gruppo Miroglio

20/2/2024
Governo dell’innovazione nell’industria della moda: il caso Gruppo Miroglio

Il Gruppo Miroglio si compone di aziende che presidiano l’intera catena del valore del settore moda, dal design, la produzione e la distribuzione di brand di abbigliamento femminile alla stampa transfer, fino alla logistica integrata e al supply chain management.

Miroglio Fashion è la società del Gruppo Miroglio che cura il design, la produzione e la distribuzione di 9 brand di abbigliamento: Motivi, Elena Mirò, Fiorella Rubino, Oltre, Diana Gallesi, Luisa Viola, Ipekyol, Twist, Machka.

Tutti al femminile, ognuno con la propria specializzazione e distintività̀ per vestire le esigenze di diversi target di donna. Brand distribuiti a livello internazionale attraverso 900 store monomarca, 1.700 negozi multibrand e sempre di più anche tramite i canali e-commerce.

Il Miroglio Innovation Program (MIP) è un programma nato nel 2013 con l'obiettivo di affrontare con metodo ed in modo strutturato e continuativo l'innovazione all’interno delle aziende del Gruppo Miroglio, sia a livello di sviluppo strategico e metodologico dell’innovazione, sia di ricerca e valutazione di soluzioni innovative per il mondo del Fashion e di facilitazione dell'eventuale implementazione in azienda.

L’industria del fashion è molto creativa e focalizzata sull’eccellenza del marketing e della comunicazione di marca, motivi per i quali l’innovazione in azienda ha l’obiettivo di offrire soluzioni pratiche e pragmatiche alle sfide poste da un cliente sempre più esigente.

La gestione dell’innovazione in Miroglio ha una connotazione storica, definita e affinata nel tempo dal suo Innovation Manager insieme con l’alta direzione, che la identifica come un “servizio interno di innovazione” rivolto alle direzioni e alle businnes unit aziendali, proposto sia in logica push sia pull.

Infatti, grazie al Miroglio Innovation Program vengono annualmente raccolte e valutate le priorità e need presenti nelle diverse aree aziendali con lo scopo di operare un’attività di scouting mirata a soddisfare le principali richieste di soluzioni innovative.

Inoltre, indipendentemente dalle richieste delle aree e funzioni aziendali, grazie al programma vengono proposte alle diverse aree aziendali le soluzioni particolarmente innovative individuate sul mercato.

Gli obiettivi di gestione dell’innovazione sono noti agli stakeholder interni e agli stakeholder esterni, ossia le imprese innovative del settore della moda.

Il processo di innovazione di Miroglio conferisce ampia autonomia ai brand, i quali identificano opportunità di innovazione, beneficiano del supporto del team innovazione per l’identificazione di soluzioni e implementano i progetti in modo indipendente.

Il team innovazione interviene nelle fasi di implementazione supportando metodologicamente i brand nell’implementazione dei progetti in accordo ai principi agile. I brand destinano proprie risorse economiche allo sviluppo delle singole iniziative progettuali.

Le opportunità di innovazione sono dunque nativamente allineate agli obiettivi di innovazione, in quanto la loro identificazione è guidata dalle sfide attuali che vengono affrontate dalle direzioni dei brand.

Le opportunità di innovazione vengono inoltre identificate attraverso tavoli di lavoro che coinvolgono in modo trasversale le direzioni marketing dei brand. I tavoli sono centrati su uno specifico trend o su una soluzione innovativa ritenuta di particolare interesse dal team di innovazione. Questi tavoli vengono istituiti senza una periodicità pre-definita ed eventuali opportunità progettuali che emergono dal tavolo vengono prese in carico dai singoli brand.

La gestione dell’innovazione nel Gruppo Miroglio è dunque focalizzata sull’offrire un servizio di “innovation scouting” alle varie direzioni e business unit aziendali.

L’attività di scouting ha l’obiettivo di individuare soluzioni innovative su tutte le aree aziendali (e.g: design, sviluppo prodotto, supply chain, retail, marketing, e-Commerce, HR, nuovi modelli di business).

L’attività di scouting, cuore pulsante dell’attività del team di innovazione, viene svolta da anni. Questo ha permesso di sviluppare una profonda conoscenza dell’ecosistema e del parco di soluzioni innovative presenti sul mercato nel settore moda.

Il team innovazione incontra infatti annualmente oltre 400 imprese innovative ed opera una prima forte scrematura dei progetti, selezionando quelli di potenziale maggior interesse per l’azienda. Lo scouting viene fatto prevalentemente tramite scouting diretto, la partecipazione ai board di competizioni di settore e la collaborazione con diversi attori dell’innovazione in ottica di completa Open Innovation (e.g.: startup, università, incubatori, acceleratori, altre aziende di settore, fornitori, centri di ricerca, associazioni di settore, clienti, dipendenti).

Particolare attenzione viene posto all’ecosistema delle Startup. I principali obiettivi delle collaborazioni con l’ecosistema delle startup sono:

• ricercare e sviluppare nuovi modelli di business profittevoli

• valutare e sviluppare in ambiente protetto innovazioni radicali difficilmente testabili all’interno dei normali processi aziendali;

• accelerare i tempi di sviluppo delle innovazioni;

• ridurre i costi dei progetti di innovazione;

• acquisire know-how su tecnologie e processi innovativi;

• valorizzare le risorse umane interne ed esterne all’azienda particolarmente propense all’innovazione;

• selezionare e valutare profili esterni all’azienda particolarmente propensi all’innovazione;

• sviluppare e premiare la componente di imprenditorialità e autonomia decisionale all’interno dell’azienda;

• con un processo di contaminazione inversa, dimostrare all’azienda che alcune tipologie di progetti dal carattere innovativo possono essere sviluppati con metodologia Lean.

Elemento caratterizzante l’approccio di apertura verso l’ecosistema è la decisione di Miroglio di mettere a disposizione di tutti gli stakeholder esterni il proprio database di imprese innovative conosciute negli anni e la propria capacità di valutazione delle soluzioni sul mercato.

Il punto vendita è per Miroglio il luogo dove viene toccata con mano l’innovazione aziendale. Tutta l’innovazione che atterra sul punto vendita deve dunque essere opportunamente compresa e internalizzata da parte del personale di vendita.

L’academy dedicata alla forza vendita non può quindi prescindere da momenti formativi sulle innovazioni che i brand stessi implementano.

L’academy è dunque il luogo e il momento in cui l’innovazione viene diffusa internamente.

Nell’approccio all’innovazione di Miroglio, talento e competenze risiedono sì in azienda, ma anche esternamente. L’azienda ha condotto e conduce operazioni, pur non istituzionalizzate, tipiche dei corporate incubator, investendo in logica industriale su soluzioni e persone che si integrano alla strategia aziendale. Le attività di scouting del team innovazione coprono la fase di origination di queste operazioni.

Il Miroglio Innovation Program ha anche il compito di collaborare con le aree aziendali (in particolare con la direzione HR) per diffondere cultura dell’innovazione e sviluppare un ecosistema favorevole allo sviluppo dell’innovazione, anche radicale.

Infine, il team di innovazione svolge attività di innovation intelligence finalizzata a supportare il lavori dei team creativi che si occupano della fase di design delle linee di abbigliamento, con raccomandazioni su trend emergenti.

Elementi peculiari

Dal caso del Gruppo Miroglio emergono due aspetti peculiari che riteniamo essere di ampio interesse.

• Il posizionamento dell’innovazione nella forma di “servizio di innovazione” centrato su attività di scouting.

• La restituzione agli stakeholder della conoscenza prodotta dal team di innovazione.

Chief Innovation Officer

Ultimi articoli

Lapetre e Open Innovation Lombardia per la challenge “Scale Lombardy Up”

Lapetre e Open Innovation Lombardia per la challenge “Scale Lombardy Up”

Obiettivo della challenge è fare incontrare piccole imprese innovative lombarde con le grandi Corporate nate e cresciute sul territorio, per fare crescere le prime in logica di venture clienting.
Articolo
Esigenze latenti della collettività al servizio della sostenibilità dell’industria farmaceutica: il caso Bormioli Pharma

Esigenze latenti della collettività al servizio della sostenibilità dell’industria farmaceutica: il caso Bormioli Pharma

Un processo strutturato che parte dall’osservazione etnografica dei clienti dei clienti per giungere all’ideazione e prototipazione di concept innovativi di packaging primario farmaceutico che abbia un impatto in termine di sostenibilità, usabilità, connettività o tracciabilità.
Articolo
Nasce l’Associazione Italiana Innovation Manager (AIIM)

Nasce l’Associazione Italiana Innovation Manager (AIIM)

AIIM Associazione Italiana Innovation Manager è la casa degli Innovation Manager, in particolare i piccoli professionisti certificati a norma UNI 11814. Un punto di riferimento per la crescita professionale dei soci e della professione, iscritta alla sezione II “Associazioni che rilasciano l’attestazione di qualità e qualificazione professionale dei servizi” del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.
Articolo