Quattro appuntamenti in Q4 2023 per la formazione permanente degli Innovation Manager certificati

19/9/2023
Quattro appuntamenti in Q4 2023 per la formazione permanente degli Innovation Manager certificati

Cresce la community di Innovation Manager certificati che condividono momenti di networking, approfondimento e aggiornamento professionale nell’ambito dell’Innovation Management Lifelong Learning Program (IM LLP), il nostro programma di formazione continua per Innovation Manager certificati che unisce crescita manageriale e adempimento ai requisiti UNI 11814.

E, con la crescita della community, crescono sia le occasioni di confronto sia il livello tecnico-specialistico degli approfondimenti. Il tutto in un contesto finalizzato a fare rete per condividere esperienze e punti di vista dei singoli manager, esigenza emersa in modo importante dal questionario di indagine svolto, nell’ambito della lavorazione del primo Libro Bianco dell’Innovation Management, per delineare le principali esigenze e aspettative degli Innovation Manager.

Il Libro Bianco dell’Innovation Management al centro dei meet online

Dei quattro appuntamenti nell’ultimo trimestre dell’anno, tre si svolgeranno nella forma di meet online. La presentazione del primo Libro Bianco dell’Innovation Management è indubbiamente l’appuntamento più atteso.

Nel Libro Bianco vengono affrontati i principali temi di attualità della governance dell’innovazione e numerose case history dei sistemi di gestione dell’innovazione implementati dalle principali aziende italiane. Il meet è l’occasione per presentare il Libro Bianco nel suo complesso, ma soprattutto per condividere e discutere i temi di attualità raccontati nel documento e le proposte avanzate al Ministero delle Imprese e del Made in Italy per far crescere la cultura di governo dell’innovazione in Italia.

Il Libro Bianco, documento di ricerca realizzato su nostra iniziativa e con il nostro coordinamento scientifico, verrà distribuito gratuitamente ai presenti al termine dell’incontro.

Il meet si svolge il 25/10 dalle 18:00 alle 19:00 e permette il riconoscimento di un’ora di formazione.

Gli Innovation Manager certificati sono sia manager aziendali sia consulenti in libera professione, in circa uguale proporzione. I secondi lavorano prevalentemente con la piccola e media impresa e, per loro, assume particolare rilevanza comprendere strumenti e metodi per guidare questo segmento di imprese nello strutturare la propria governance dell’innovazione.

Proprio sull’accompagnamento della PMI verso una maggiore strutturazione della governance dell’innovazione verte il secondo meet. Per farlo, condivideremo e discuteremo la pubblicazione “Standardizing SME's Innovation Management Process: Insights from Innovation Experiences”, realizzata dall’Università di Padova per approfondire, in modo analitico, l’aderenza dell’approccio ISO 56002 alle pratiche adottate da un campione di PMI manifatturiere del Nord-est.

Il meet si svolge il 29/11 dalle 18:00 alle 19:00 e permette il riconoscimento di un’ora di formazione.

Infine, nell’ultimo appuntamento dell’anno verranno osservate le grandi imprese, che sottendono il “Gartner Hype Cycle for Innovation Management Techniques 2023”. Le tecniche di governo dell’innovazione più diffuse nelle grandi imprese, mappate nel report, saranno infatti approfondite e discusse, a beneficio non solo delle imprese più strutturate, ma anche di quelle più piccole come spunto di riflessione.

Il meet si svolge il 19/12 dalle 18:00 alle 19:00 e permette il riconoscimento di un’ora di formazione.

Incontro in presenza nella cornice del “4e engineering energy ecology ethics” in Fondazione Golinelli

Il viaggio verso la grande trasformazione economica politica sociale che stiamo vivendo è solo agli inizi. Per affrontarlo abbiamo con noi una straordinaria biodiversità culturale e un raffinato know how cesellato nei secoli. La sfida è quella di riuscire a rinnovare gli strumenti a disposizione, per superare gli ostacoli, consapevoli che il punto di arrivo è incerto e che il percorso è lungo e complesso. Attore chiave di questo percorso è l’Innovation Manager, che ha il compito di guidare l’azienda nell’affrontare i rischi e cogliere le opportunità della transizione.

Partendo da esperienze concrete, nell’evento “4e engineering energy ecology ethics” di Jacobacci&Partners verranno esplorate le nuove frontiere dell’energia, la mobilità di domani, fino ad arrivare all’evoluzione culturale nelle aziende, e concludere con l'opportunità che rappresenta il settore aerospaziale per il Made in Italy.  Attraverso quattro tavole rotonde, verrà condiviso il mix di soluzioni innovative e concrete su cui stanno lavorando aziende, start up, investitori, istituzioni e incubatori.

L’evento si svolge il 20/10 dalle 10:00 alle 17:30 alla Fondazione Golinelli di Bologna e permette il riconoscimento di quattro ore di formazione.

Il calendario di incontri 2024 è in arrivo

Per il 2024 stiamo lavorando ad un programma altrettanto ricco di incontri di approfondimento, che saranno condotti sia da noi in prima persona sia da partner tecnici.

Ad attenderci ci saranno un mix di incontri online ed eventi in presenza, sia specificatamente organizzati per la community sia organizzati da partner tecnici grazie ai quali è possibile riconoscere i crediti formativi.

(Immagine di copertina di Sincerely Media su Unsplash).

Chief Innovation Officer

Ultimi articoli

Distinguere l’innovazione dal miglioramento e dallo sviluppo

Distinguere l’innovazione dal miglioramento e dallo sviluppo

Connotare l’innovazione aziendale al fine di distinguerla da ciò che è sviluppo o miglioramento è un tema cruciale, soprattutto in contesti di innovazione people-driven. La norma ISO 56000 “Gestione dell'innovazione - Fondamenti e vocabolario” indirizza l’azienda in questo percorso.
Articolo
Governo dell’innovazione nell’industria della moda: il caso Gruppo Miroglio

Governo dell’innovazione nell’industria della moda: il caso Gruppo Miroglio

Al centro del modello di innovazione del Gruppo Miroglio si trova un processo sistematico di scansione del mercato dell’innovazione per intercettare soluzioni innovative che rispondono ai bisogni di innovazione dei brand di moda del Gruppo.
Articolo
Creazione di una “safe zone” di sperimentazione al servizio delle unità di business aziendali: il caso Artsana

Creazione di una “safe zone” di sperimentazione al servizio delle unità di business aziendali: il caso Artsana

Applicazione dei paradigmi di innovazione design-driven per rompere i paradigmi del più tradizionale approccio all’innovazione di prodotto basato sull’individuazione di segmenti e bisogni dei consumatori tramite ricerche di mercato.
Articolo