Chief Innovation Officer
Dal Libro bianco

Sperimentare sistematicamente soluzioni digitali potenzialmente dirompenti nei servizi finanziari: il caso Agos

11/3/2024
Sperimentare sistematicamente soluzioni digitali potenzialmente dirompenti nei servizi finanziari: il caso Agos

Agos è una società finanziaria leader nel settore del credito al consumo, presente in Italia da oltre trent’anni.

Ha circa 2.000 dipendenti ed è partecipata al 61% da Crédit Agricole attraverso Crédit Agricole Consumer Finance e per il 39% da Banco BPM.

Sostiene la realizzazione dei progetti dei propri clienti e supporta le vendite dei partner nei diversi mercati attraverso l’offerta di prestiti personali, finanziamenti finalizzati, carte di credito, cessione del quinto stipendio, leasing e un’ampia gamma di servizi assicurativi.

La gestione dell’innovazione in Agos Ducato ha il chiaro intento di asservire la sperimentazione di soluzioni innovative ad ampio spettro, con particolare attenzione all’innovazione digitale.

La Innovation Factory di Agos Ducato, struttura dedicata appunto alla sperimentazione pre-industriale delle soluzioni, nasce nel corso del 2019 ed è contestualizzata all’interno della Direzione ICT.

Il team della Innovation Factory di compone del suo Responsabile e di ulteriori quattro persone, ciascuna delle quali dedicata maggiormente ad una specifica fase del processo di innovazione.

La governance del processo conta sulla presenza di un Comitato di Innovazione composto da tutte le Direzioni, che monitora mensilmente il portafoglio di progetti di innovazione.

Il team della Innovation Factory si confronta inoltre periodicamente, con cadenza mensile, con i team di innovazione delle altre divisioni di Crédit Agricole Italia e con il team di innovazione globale di Crédit Agricole, con lo scopo di identificare sinergie comuni sui progetti in corso localmente.

Il processo di innovazione in Agos Ducato si sviluppa lungo tre fasi, dall’indagine di temi di potenziale interesse per l’innovazione, al loro approfondimento e identificazione delle soluzioni fino alla sperimentazione delle soluzioni.

Il processo è alimentato sia da trend esterni, tecnologici e non, sia dai bisogni degli stakeholder interni (dipendenti) ed esterni (clienti e partner).

Lo studio dei trend tecnologici è finalizzato alla descrizione dello scenario tecnologico in cui l’azienda opera e all’identificazione di come questo possa impattare sul futuro dell’organizzazione.

Le aree considerate ad impatto più rilevante (e.g.: blockchain, cryptovalute) sono oggetto di sperimentazioni che l’Innovation Factory sviluppa in logica “black ops” al fine di preparare l’organizzazione a futuri possibili.

Gli stakeholder contribuiscono invece al processo di innovazione in diverse modalità:

  • survey periodiche di indagine dei fabbisogni di innovazione con i manager;
  • raccolta di idee e fabbisogni di innovazione dal Comitato di Innovazione in occasione dei meeting periodici;
  • stimoli provenienti in forma non strutturata dalle business line;
  • idee inviate tramite l’idea box sulla intranet.

L’Innovation Factory utilizza tutte le fonti a disposizione per identificare temi di innovazione. Dagli studi condotti e le valutazione del Comitato di Innovazione prende poi forma il portafoglio di iniziative di innovazione.

Il perimetro dell’innovazione in Agos Ducato ha un ampio spettro applicativo, con particolare attenzione abilitata dalla tecnologica.

Il processo di innovazione è supportato, in tutte le sue fasi, dall’ecosistema esterno di innovazione.

Particolare attenzione è rivolta alle startup innovative su scala globale, che vengono individuate e ingaggiate grazie all’attività diretta di scouting della Innovation Factory.

Partner preferenziale di connessione con l’ecosistema è Le Village, ecosistema aperto del Gruppo Crédit Agricole che sostiene la crescita delle startup e accelera l’innovazione delle aziende.

Le attività e le iniziative di innovazione svolte dalla Innovation Factory vengono comunicate internamente grazie alla newsletter periodica dedicata, una pagina dedicata della intranet e webinar periodici in cui l’Innovation Factory presenta a tutta la popolazione aziendale le iniziative in corso.

Iniziative che vengono realizzate grazie ad un budget dedicato alla Innovation Factory per la realizzazione di tutto il processo di innovazione fino alla sperimentazione delle soluzioni. A budget della Innovation Factory vengono inoltre stanziate giornate di capacity di personale interno della Direzione ICT, che viene coinvolto su attività tecniche dei progetti.

Due strumenti sono infine preziosi per coinvolgere gli stakeholder nel processo di innovazione:

  • l’idea box presente sulla intranet, grazie al quale tutte le persone in azienda possono proporre idee di innovazione;
  • ColLab, la community di clienti, partner e follower di Agos Ducato, che viene utilizzata per  survey di mercato su iniziative nascenti e in corso.

Elementi peculiari

Dal caso Agos Ducato emergono due aspetti peculiari che riteniamo essere di ampio interesse:

  • la svolgimento di sperimentazioni in modalità black ops su tecnologie potenzialmente dirompenti per parare l’azienda a futuri possibili;
  • l’autonomia di governance divisionale dell’innovazione e la sinergia con le altre divisioni del Gruppo Crédit Agricole sulle iniziative specifiche che le singole divisioni hanno in sviluppo.
Chief Innovation Officer

Ultimi articoli

Lapetre e Open Innovation Lombardia per la challenge “Scale Lombardy Up”

Lapetre e Open Innovation Lombardia per la challenge “Scale Lombardy Up”

Obiettivo della challenge è fare incontrare piccole imprese innovative lombarde con le grandi Corporate nate e cresciute sul territorio, per fare crescere le prime in logica di venture clienting.
Articolo
Esigenze latenti della collettività al servizio della sostenibilità dell’industria farmaceutica: il caso Bormioli Pharma

Esigenze latenti della collettività al servizio della sostenibilità dell’industria farmaceutica: il caso Bormioli Pharma

Un processo strutturato che parte dall’osservazione etnografica dei clienti dei clienti per giungere all’ideazione e prototipazione di concept innovativi di packaging primario farmaceutico che abbia un impatto in termine di sostenibilità, usabilità, connettività o tracciabilità.
Articolo
Nasce l’Associazione Italiana Innovation Manager (AIIM)

Nasce l’Associazione Italiana Innovation Manager (AIIM)

AIIM Associazione Italiana Innovation Manager è la casa degli Innovation Manager, in particolare i piccoli professionisti certificati a norma UNI 11814. Un punto di riferimento per la crescita professionale dei soci e della professione, iscritta alla sezione II “Associazioni che rilasciano l’attestazione di qualità e qualificazione professionale dei servizi” del Ministero delle Imprese e del Made in Italy.
Articolo