ISO 56001, requisiti di gestione dell'innovazione

Obiettivi dello Standard ISO 56001, perché è utile e quali scenari abilita per le imprese e per i professionisti.

Lo Standard ISO 56001 è lo standard di requisiti di gestione dell’innovazione, in fase di sviluppo da parte del gruppo di lavoro ISO preposto.

Specificare che è lo Standard di requisiti è fondamentale per evidenziarne la differenza chiave con gli altri standard sulla gestione dell’innovazione e, in particolare, con lo Standard ISO 56002.

Se lo Standard ISO 56002 è una raccolta di best practice, da considerare alla stregua di manuale, lo Standard ISO 56001 definisce ciò che l’azienda deve fare per poter dire al mercato che si sta occupando di gestire la propria innovazione.

Una differenza sostanziale tra i due standard, che pur si assomiglieranno.

ISO 56001: perchè definire i requisiti di gestione dell'innovazione?

La definizione di requisiti per la gestione dell’innovazione pare a molti una operazione controversa.

Avere uno disegno comune di requisiti di gestione dell’innovazione è utile però per fornire alle imprese di tutto il mondo uno schema comune di implementazione e verifica del sistema di gestione dell’innovazione.

E, sulla base di questo schema comune, sarà possibile anche certificarne l’adozione e quindi mostrare a tutto il mondo il fatto che l’azienda stia operando in modo virtuoso in materia di gestione dell’innovazione.

Questo, in assenza di uno Standard prescrittivo come la ISO 56001, non può avvenire, nonostante i tentativi di creare una certificazione ISO 56002 di dubbio valore.

Delineare requisiti di gestione validi per tutte le tipologie e dimensioni di impresa non è però semplice. O, meglio, si presta a numerosi rischi, come quello di impostare il livello minimo troppo in alto o troppo in basso, in funzione dell’apertura che si vuole dare.

Il gruppo di lavoro preposto alla redazione di questo Standard ha dunque un duro compito, che saprà sicuramente svolgere al meglio.

Requisiti ISO 56001 e cogenze

Con la pubblicazione dello Standard ISO 56001 si aprirà inoltre un nuovo mercato nell’ambito della gestione dell’innovazione.

Se, ora, in assenza di oneri certificativi, le aziende possono utilizzare lo Standard ISO 56002 per “imparare” a fare innovazione al meglio, con l’avvento dello Standard ISO 56001 e la sua progressiva diffusione, molte aziende dovranno adempiere a questo “obbligo” certificativo.

Un obbligo che sarà imposto dal mercato, quindi da clienti particolarmente attenti al tema che richiederanno la stessa attenzione ai propri fornitori, e dagli enti di governo, che richiederanno la stessa attenzione all’innovazione per poter accedere a bandi e finanziamenti.  

Da un punto di vista del mercato della consulenza, se fino ad ora trovano spazio e utilità consulenti specializzati nell’ambito della gestione dell’innovazione, con la nascita delle necessità certificative si svilupperà il mercato dei consulenti specializzati ad accompagnare le aziende nell’assolvimento di dette cogenze.

Proprio in relazione a questo ultimo punto, nell’attesa della pubblicazione dello Standard ISO 56001 e della conseguente possibilità di certificazione, alcune società di certificazione locali hanno redatto dei propri schemi di certificazione per attestare l’adozione dello Standard ISO 56002.

La valenza di una certificazione ISO 56002 di questo tipo è di dubbio valore, soprattutto dato il contesto di imminente nascita di uno Standard noto e condiviso internazionalmente quale è ISO 56001.

Tempi per lo Standard ISO 56001 e la certificazione

Lo Standard ISO 56001 e la conseguente possibilità di certificazione delle attività aziendali di innovazione giungeranno verosimilmente nel corso del 2023.

Le certificazione dell’attenzione aziendale verso l’innovazione e la sua gestione è vista da molte imprese come il tassello fondamentale a coronamento dei propri investimenti, motivo per cui queste imprese sono in attesa della possibilità certificativa per strutturare al meglio le proprie attività.

La scelta si sta rivelando però un errore.

I tempi per strutturare la propria innovazione anche nell’ottica che questa venga certificata sono già maturi, seguendo le linee guida ISO 56002.

I tempi sono maturi perché la piena adozione delle linee guida di gestione dell’innovazione è il frutto un percorso di progressiva maturazione, che è bene che inizi ora per essere completato quando i tempi lo richiederanno.

Per questo motivo eroghiamo periodicamente il corso sui sistemi di gestione secondo Standard ISO 56002: per permette a manager e professionisti di acquisire piena padronanza dei principi, delle linee guida e degli strumenti per implementare in azienda un efficace sistema di gestione dell’innovazione.

Il corso, però, è solo il punto di ingresso nel mondo della gestione dell’innovazione, un mondo articolato all’interno del quale è possibile muoversi con piena autonomia e sicurezza se si padroneggia un ampio ventaglio di tematiche, dal disegno di roadmap e modello di governance dell’innovazione alle gestione della proprietà intellettuale.

Per questo motivo, con il Master Executive in Innovation Management Strategy & Governance, due volte all’anno formiamo professionisti e manager in grado di guidare con piena autonomia e professionalità le imprese nella gestione della propria innovazione.

ISO 56001 nella serie 56000

Lo Standard ISO 56001 giunge quasi a completamento della serie di Standard ISO 56000 sulla gestione dell’innovazione per fornire, come detto, uno schema di requisiti che le aziende devono seguire per la corretta gestione dell’innovazione aziendale.

Necessariamente, questo standard avrà una forte aderenza con lo Standard ISO 56002 e, proprio come quest’ultimo, abbraccerà l’intera sfera di temi di gestione dell’innovazione.

Questo comporta che per certificare la gestione dell’innovazione si dovrà abbracciare, in modo proporzionato alla propria realtà e ai propri obiettivi, una corretta gestione di proprietà intellettuale e conoscenza, lo sviluppo di intelligenza strategica e la realizzazione periodica di assessment di gestione, solo per menzionare i temi che riteniamo più rappresentativi.

Le aziende che sono spaventate dalla mole di oneri per la gestione dell’innovazione possono però dormire sonni tranquilli.

Lo Standard fornirà requisiti che non andranno a dettagliare operativamente ciò che l’azienda deve mettere in atto. I requisiti saranno ampiamente declinabili nella giusta misura sulla propria realtà aziendale e sui propri obiettivi di gestione.

Un esempio, in questo senso, è legato alla necessità di comunicare la strategia di innovazione ai propri dipendenti e verso l’esterno, che sarà verosimilmente un requisito ISO 56001.

Le azioni per adempiere al requisito possono spaziare dalla semplice pubblicazione sul sito e sulla bacheca aziendale della strategia di innovazione fino alla realizzazione di una campagna stampa dedicata. Ciascuna impresa farà ciò che richiede opportuno fare per andare nella direzione attesa, con un occhio all’esigenza certificativa e uno alla realizzazione di valore.

Rimani aggiornato sulle nostre iniziative

Grazie. Ti terremo aggiornato sulle nostre iniziative.
Controlla di aver compilato tutti i campi in modo corretto